Situational Judgement Test (STJ): cosa sono e come prepararsi (parte 2/2)

test colloquio di lavoro

(Nella prima parte abbiamo descritto la tipologia di Test in generale e analizzato in dettaglio la modalità Most and least effective, più efficace e meno efficace; in questa seconda parte analizziamo la tipologia Rated Responses)

b) Rated responses: in questa tipologia di domanda è richiesto di valutare ogni risposta secondo il grado di efficacia: Counter-productive” (risposta controproducente), Inefficient(inefficiente), “Slightly Effective”” (leggermente Efficace), “Effective” (efficace), “Very Effective” (molto efficace).

Scenario 2 Nel corso delle ultime due settimane, siete a conoscenza che grandi quantità di oggetti della società non si trovano più. Voi avete notato uno dei vostri colleghi mettere delle attrezzature da ufficio nella sua borsa sportiva in una serie di occasioni e sospettate che sia il responsabile. Cosa fate? Classificare le seguenti opzioni in ordine numerico dalla risposta meno efficace a quella più efficace.

Very Effective Slightly Effective Ineffective Counter-productive
A – Raccogliete ulteriori prove per coglierlo in fragrante.
B – Confrontarvi con il vostro collega per chiedergli spiegazioni su cosa avete notato.
C – Informare il vostro responsabile che sospettate che sia un vostro collega a rubare.
D -Non fate nulla, se il vostro collega è colpevole, sarà scoperto prima o poi.

 

A – Counterproductive. Questa è una risposta controproduttiva, perché spiare il vostro collega, non è una cosa giusta, ma poi può essere una perdita di tempo e non punta alla risoluzione del problema.

B – Very Efficent .Questa è la migliore opzione dalla lista poiché discutere la questione direttamente con il collega, verso cui sono indirizzati vostri sospetti, è l’unico modo per cancellare qualsiasi dubbio.

C –Slightly Effective. Questa non è una decisione efficace, perché prima di presentare il problema ad altri, bisognerebbe essere sicuri di quello che si dice.

D –Ineffective. Questa è l’opzione più inefficace della lista, perché non risolve il problema. Non hai affrontato la questione e questo comportamento che si sta verificando può continuare all’infinito, perché nessuno fa niente per risolverlo.

3. Come mi preparo: suggerimenti e consigli

Nella fase di preparazione, non esiste una particolare conoscenza per affrontare e risolvere il Test e soprattutto non esiste sempre un’unica risposta “giusta”. Tuttavia, la pratica è la chiave per aumentare le probabilità di successo. La preparazione dovrebbe concentrarsi sull’esercizio, in modo da capire i meccanismi e quali possano essere i ragionamenti da fare per risolvere il test. Ecco alcuni suggerimenti utili prima di iniziare il test:

a) sono considerati negativi: atteggiamenti passivi in cui si sta solo a vedere cosa accade e non si fa niente per risolvere la situazione; approcci positivi focalizzati su parte minore del problema; non considerare le priorità nel prendere decisioni; atteggiamenti che privilegiano il singolo piuttosto che l’azienda.

b) sono considerati positivi: atteggiamenti attivi e flessibili nella risoluzione del problema; pesare le opzioni possibili e dare priorità alle diverse decisioni; risposte che privilegino la collettività e l’Azienda piuttosto che il singolo.

c) leggere attentamente e con la dovuta calma ogni scenario e le risposte: questo permette di identificare il problema principale indicato nel quesito; spesso la fretta non permette di focalizzare la problematica in modo corretto.

d) non formulare ipotesi: si è tenuti a utilizzare solo le informazioni fornite nella domanda e non fare ipotesi circa la situazione, anche se può sembrare simile a qualcosa che si è vissuto in passato.

e) controllare i tempi (se previsti): capire a quante domande è chiesto di rispondere, in modo da tener conto della tempistica e da non dilungarsi troppo su ogni singola questione, in quanto si rischia di arrivare alla fine senza aver risposto ancora a qualche domanda e per la fretta potrebbe essere indotti a commettere errori nella valutazione della risposta.

f) conoscere bene l’azienda: quando si affronta questa tipologia di test, è necessario consocere bene la società per cui ci si è candidati, in modo da conoscere nel dettaglio la loro filosofia e il modo in cui lavorano. I Test in genere sono strutturati su misura per ogni singola azienda, di conseguenza le domande si concentrano sulla tipologia del lavoro e dei problemi che potrebbero sorgere all’interno della loro specifica attività.

g) identificare le competenze in analisi: ogni domanda fa riferimento a un diverso tipo di abilità richiesta per un determinato tipo di lavoro. Nel leggere attentamente l’intero quesito, compreso le risposte, capire se viene richiesto di comprovare le capacità di lavorare in gruppo o la capacità di saper prendere delle decisioni con convinzione, la flessibilità, ecc.

h) essere se stessi: la risposta dovrebbe rispecchiare la propria personalità e le proprie attitudini lavorative, quindi è importante fare il Test con attenzione e impegno, valutare tutto con estrema cura. Provare ad immaginare realmente se stessi in quella situazione e rispondere alle domande di conseguenza.

Alla prossima.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>