Employee Retention: trattenere i talenti in Azienda

employee retention: trattenere i talenti

Oggi si parla moltissimo di Employee Retention…ma perché? E’ diventato uno dei principali problemi sia delle Aziende sia degli Head Hunter che perdono di reputazione nei confronti dei clienti dopo che la loro risorsa lascia l’Azienda nel giro di un breve periodo. Non è nemmeno un problema legato solo ai Millennials, ma include anche le altre generazioni: le motivazioni sono diverse ma il fenomeno è comune a tutti. In un mercato sempre più concorrenziale sono le persone che fanno la differenza e decretano il vantaggio competitivo di un’azienda. Che fare allora quando i top performer decidono di andare via? Le dimissioni di dipendenti possono rappresentare un duro colpo per l’azienda, dal momento che la loro fuoriuscita comporta la perdita di esperienza, competenze ed innovazione, ma anche il pericolo che il know-how strategico e tecnico possa passare alla concorrenza. In più, il talento in fuga può causare anche un’alterazione dell’equilibrio interno, con una crescente demotivazione e destabilizzazione di coloro che restano. È compito dell’HR evitare che ciò accada, attraverso misure di employee retention.

I manager tendono a dare la colpa a tutte le cose che non vanno bene in azienda, ma in realtà ignorano il nocciolo della questione: le persone non lasciano i posti di lavoro, lasciano i propri capi. Tutto ciò si può evitare.

Corso accreditato (3 CFU) alla Federico II – Nuova Edizione (marzo 2017)

LUISS OK 2016 ottobre bis

Corso accreditato per il conseguimento dei 3 CFU per “ulteriori attività formative” a scelta dello studente per iscritti alla LM Economia e Commercio (LMEC), LM in Finanza e LM in Economics and Finance (LMEF), Università Federico II, Campus di Monte S. Angelo.

 

Grazie…le faremo sapere

Come affrontare i colloqui di lavoro nel settore economico-finanziario

(1° marzo – 29 marzo 2017, mercoledì 14.30-18.30, 5 incontri, Aula B1), II edizione

 Presentazione:

Il laboratorio, organizzato dal Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche dell’Università di Napoli Federico II e svolto dal dott. Andrea Iovene, Responsabile dell’Ufficio Placement dell’IPE Business School www.ipeistituto.it – ha lo scopo di preparare gli universitari per la particolare tipologia di colloqui nel settore economico-finanziario. Vuole essere, inoltre, la risposta a tali interrogativi che spesso generano preoccupazione e ansia nei giovani che si affacciano sul mondo del lavoro. I numerosi consigli, le esercitazioni pratiche, le simulazioni concrete, frutto dell’esperienza diretta di molti anni, mirano ad aiutare i candidati ad affrontare con maggiore consapevolezza ogni singolo step del processo di selezione.

L’augurio è che ogni colloquio si possa concludere con un’offerta di lavoro!

Programma (5 incontri)

McKinsey Test: si passa dal PST (Problem Solving Test) al supporto di SHL Test

Test McKinsey

Storico cambio in casa Mckinsey!

Da pochi mesi, almeno in Italia per le posizioni junior, si modifica il primo step del processo di selezione.

Si abbandona il PST (problem solving Test) un test impegnativo che richiedeva molta preparazione e attenzione e si passa al Test Mckinsey SHL della CEB, società internazionale specializzata nella somministrazione di test.

Le skills ricercate nei candidati attraverso questo primo step restano le stesse: in primis, capacità logiche e abilità numeriche (Verbal reasoning e Numerical reasoning)

Ci sono però alcune differenze:

Selfie di fine corso (laboratorio 3 CFU) alla Federico II

federico II

Appena terminato il Corso accreditato (3 CFU) per “ulteriori attività formative” a scelta dello studente per iscritti alla Federico II – (27 aprile-25 maggio, 5 incontri+esame). Ottima esperienza, da ripetere l’anno prossimo.

Circa 80 allievi che per un mese hanno seguito con costanza gli incontri sulle seguenti tematiche:

¨ Il mercato del lavoro: scenari e prospettive

¨ Perché il tuo Curriculum vitae viene cestinat; Presentazione personale

¨ Nel labirinto dei test

¨ Il colloquio individuale: dimostrare chi sei; Assessment di gruppo

¨ Guesstimate e Brainteaser, Domande motivazionali

Ecco il selfie di fine corso!!!!  (clicca sulla foto per ingrandire)

selfie

Allievi del corso alla Federico II

Corso accreditato (3 CFU) alla Federico II

IPE business School

Corso accreditato (3 CFU) per “ulteriori attività formative” a scelta dello studente per iscritti alla Federico II – (27 aprile-25 maggio, 5 incontri).

Il laboratorio, coordinato da Andrea Iovene dall’Ufficio Placement dell’IPE Business School www.ipeistituto.it – ha lo scopo di preparare gli universitari per la particolare tipologia di colloqui nel settore economico-finanziario. Vuole essere, inoltre, la risposta a tali interrogativi che spesso generano preoccupazione e ansia nei giovani che si affacciano sul mondo del lavoro. I numerosi consigli, le esercitazioni pratiche, le simulazioni concrete, frutto dell’esperienza diretta di molti anni, mirano ad aiutare i candidati ad affrontare con maggiore consapevolezza ogni singolo step del processo di selezione.

Situational Judgement Test (STJ): cosa sono e come prepararsi (parte 2/2)

test colloquio di lavoro

(Nella prima parte abbiamo descritto la tipologia di Test in generale e analizzato in dettaglio la modalità Most and least effective, più efficace e meno efficace; in questa seconda parte analizziamo la tipologia Rated Responses)

b) Rated responses: in questa tipologia di domanda è richiesto di valutare ogni risposta secondo il grado di efficacia: Counter-productive” (risposta controproducente), Inefficient(inefficiente), “Slightly Effective”” (leggermente Efficace), “Effective” (efficace), “Very Effective” (molto efficace).

Scenario 2 Nel corso delle ultime due settimane, siete a conoscenza che grandi quantità di oggetti della società non si trovano più. Voi avete notato uno dei vostri colleghi mettere delle attrezzature da ufficio nella sua borsa sportiva in una serie di occasioni e sospettate che sia il responsabile. Cosa fate? Classificare le seguenti opzioni in ordine numerico dalla risposta meno efficace a quella più efficace.

Intervento al “Collalto Business Lab” e presentazione libro Univ. di Napoli

DSCN0137

In questa settimana si sono svolti due eventi importanti legati ai contenuti del libro:

Martedì 13 ottobre 2015 ore 12.00 – 13.00

Grazie…le faremo sapere: come affrontare i colloqui nelle società di consulenza

Interventi

Antonio Ricciardi, Direttore scientifico Master, I.P.E. – Scuola di Alta Formazione

Andrea Iovene, Ufficio Placement, I.P.E. – Scuola di Alta Formazione

Clementina Biondi, Recruiter Specialist, KPMG Advisory

Carlo Perone Pacifico, Senior Manager, EY – Assurance Services

 

Il giorno dopo, mercoledì 14 ottobre intervento al “Collalto Business Lab” di Roma per un seminario sui colloqui di lavoro rivolto a circa 50 studenti delle Università di Roma. Il corso, articolato in 6 incontri, analizza diversi aspetti delle soft skills fondamentali per entrare al meglio nel mondo del lavoro. I relatori provengono dalle seguenti società: EY, Morgan Stanley, Luiss Business School, Mercedes Benz, ecc.

Ecco la locandina: Collalto LAB