Colloquio via Skype: consigli utili e errori da non ripetere

colloquio via Skype consigli e errori

Il colloquio via Skype, pratica consolidata negli Stati Uniti, si sta facendo spazio tra le modalità adottate dalle aziende italiane. I vantaggi, per i candidati e le aziende, sono legati ai tempi e ai costi, notevolmente ridotti rispetto alle classiche procedure di selezione: le aziende raggiungono in tempo reale un numero elevato di candidati, aggirando il problema della distanza geografica. Talvolta, il colloquio via Skype viene usato per uno screening iniziale quando i candidati sono molto numerosi, optando per il classico face to face nel secondo step. Per affrontare un colloquio via Skype è necessario possedere una buona connessione a Internet, una webcam, un microfono ed un account.

Case interview: cosa sono e i 4 step per affrontarli (I parte)

Case interview

Il case interview viene adoperato per valutare le capacità di analisi e di problem solving dell’intervistato. Allo stesso tempo, può aiutare il candidato a comprendere alcune delle peculiarità del lavoro di consulenza: se nel risolvere le diverse tipologie di case interview trova molte difficoltà, non si diverte e non ne trae soddisfazione, probabilmente ciò è indice che una carriera da consulente non è particolarmente indicata per lui.

Come si analizzerà in dettaglio, non esiste una sola tipologia di case interview ma, a seconda delle capacità che il selezionatore vuole mettere alla prova, si avranno:

  • guesstimate e market-sizing, per quanto riguarda il calcolo di stime generiche o del valore di un determinato mercato;
  • brainteaser per le capacità logico-matematiche;
  • business case interview (il più difficile) per l’analisi di scenari aziendali.

Nei post successivi tratteremo singolarmente queste tre tipologie di selezione. Non bisogna, però, considerare tali prove come scompartimenti stagni poiché spesso, procedendo nell’analisi del caso, il candidato potrà imbattersi anche nella combinazione di più varietà.

Che si tratti di guesstimate, brainteaser o business case interview, per risolvere con successo il caso proposto senza il rischio di confondersi e perdere il filo dei propri ragionamenti, è consigliabile seguire quattro semplici step: