6 secondi per valutare un Curriculum Vitae: eye tracking

skill

In passato i recruiter impiegavano qualche minuto (anche solo 2-3) per valutare un cv. Tutto questo adesso non si può fare più perché la mole di CV ricevuti è altissima. Mi diceva una recruiter che lavora in una società di consulenza internazionale che loro in Italia ogni anno ricevono 12.000 cv di neolaureati. Anche con l’aiuto di qualunque software per la valutazione dei cv, è sempre necessario un passaggio dell’occhio umano…

Vediamo i risultati di una ricerca di una società inglese (“Keeping an eye on recruiter behavior”) che ha utilizzato per prima volta la rivoluzionaria tecnica dell’eye tracking seguendo 30 recruiter per 10 settimane nella loro attività di selezionatori mentre valutavano i curriculum. La metodologia dell’eye tracking registra e analizza dove e, soprattutto, quanto a lungo una persona fissa il proprio sguardo mentre raccoglie un’informazione o svolge un’attività.

Ebbene, i selezionatori impiegano solo 6 secondi per analizzare un CV e nella lettura seguono un percorso visuale ben preciso. E tanto più linearmente e professionalmente il curriculum è scritto, e tanto più facilmente, e rapidamente, ritrovano le informazioni che cercano. In particolare,  le informazioni che cercano in un CV e su cui si soffermano maggiormente sono:

eye tracking

  • Nome
  • Posizione attuale con data di inizio e fine
  • Precedente esperienza con data di inizio e fine
  • Formazione universitaria

La forma grafica per sezione (che vedremo nei prossimi post) aumenta la permanenza dell’attenzione del recruiter del 60% (anche se parliamo sempre di secondi) per decidere se il cv finirà nella pila degli idonei.

La ricerca completa si trova qui: http://cdn.theladders.net/static/images/basicSite/pdfs/TheLadders-EyeTracking-StudyC2.pdf

Chiaramente questa ricerca si riferisce ai dati ricercati in CV di giovani britannici nei cui CV spesso alcune informazioni (anche l’età per es.) vengono omesse e non è lecito chiederlo.

In Italia (confermando i 6 secondi di valutazione media di un cv) l’ordine di importanza delle informazioni ricercate in un curriculum di un neolaureato è il seguente:

  • anno di nascita
  • voto laurea triennale
  • voto di laurea specialistico
  • anni tra il diploma e la laurea specialistica
  • attività extra durante la laurea
  • erasmus!
  • ecc.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>